RED 2022: Dichiarazione della situazione reddituale (persone maggiorenni)

Il RED è la dichiarazione reddituale che il titolare di prestazioni (previdenziali e assistenziali) erogate dall’INPS correlate al reddito (ad es. la pensione agli invalidi civili) è tenuto a comunicare annualmente all’INPS. Attenzione, la scadenza per il 2022 è il 28 febbraio! 
Ricordiamo comunque che in caso di inadempienza, prima di procedere alla sospensione della prestazione, l’INPS invierà un sollecito.

Per approfondire clicca qui:
https://www.inps.it/prestazioni-servizi/la-dichiarazione-della-situazione-reddituale-red
https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%20195%20del%2030-11-2015.htm
L’allegato N.1 al quale fare riferimento è quello del Mess. INPS  n. 40213/2016 che sostituisce quello della circolare n. 195/2015.
Clicca qui sotto per scaricarlo: https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%20195%20del%2030-11-2015.htm
Qui trovate infine una news di interesse sull’argomento, pubblicata da AIPD: https://www.aipd.it/site/invalidita-civile-obbligo-di-comunicazione-del-reddito-per-le-prestazioni-ad-esso-collegate/

Il consiglio è di procedere annualmente alla compilazione e successivo invio del RED entro la data di scadenza prevista (fissata per l’anno in corso al 28 febbraio 2022): qualora il titolare non fosse tenuto alla dichiarazione, sarà il sistema stesso ad avvertirlo.

ICRIC 2022: Invalidità Civile RICovero (persone minorenni e maggiorenni)

Sono obbligati a presentare – entro il 31 marzo di ogni anno – la dichiarazione di non ricovero ICRIC i titolari di indennità di accompagnamento privi della capacità legale di agire, e cioè i minorenni (rappresentati dai genitori esercenti la responsabilità genitoriale), gli interdetti e  gli inabili (rappresentati dai tutori o dai curatori)  e le persone sottoposte ad amministrazione di sostegno, se – come praticamente sempre avviene –  il relativo decreto di nomina attribuisce all’amministratore gli atti di rappresentanza presso uffici e PA . Attenzione, la scadenza per il 2022 è il 31 marzo!

Il maggiorenne con disabilità intellettiva non sottoposto a una delle tre forme di protezione giuridica accennate, e dunque non rappresentato legalmente da alcuno, in luogo della dichiarazione di non ricovero dovrà inviare (sempre tramite lo stesso servizio online previsto per l’ICRIC) un certificato medico attestante la natura della disabilità. Il certificato, è valido per tutta la vita dell’interessato, il quale dunque sarà dispensato dalla procedura annuale (a meno di successiva nomina di persona che lo rappresenti legalmente), secondo quanto previsto dall’art. 1, comma 254 della L. 662/1996. Sull’argomento potete consultare anche il mess. INPS n. 3870/2014, punto 2, che trovate qui: https://www.inps.it/Messaggi/Messaggio%20numero%203870%20del%2004-04-2014.htm

Il consiglio è di procedere annualmente alla compilazione e successivo invio dell’ICRIC entro la data di scadenza prevista (fissata per ogni anno al 31 marzo): qualora il titolare non fosse tenuto alla dichiarazione, sarà il sistema stesso ad avvertirlo.

Entrambe le dichiarazioni, come tutti i servizi online dell’INPS, possono essere inviate sia tramite CAF/patronato, sia accedendo con identità digitale dell’interessato o, a seguito di delega, con quella del rappresentante legale. Qui trovate due link con importanti chiarimenti su INPS e identità digitale:
AIPD: Possibile per i genitori di figli minori richiedere online la delega per l’accesso ai servizi INPS
Vivi Down: SPID e INPS, novità dal 30 settembre

Per qualsiasi dubbio o informazione potete chiamare in sede o scrivere.
Tel. 02 8056238 – mail servizi@vividown.org